Articoli

Piattaforma di posta elettronica GMAIL: evoluzione di un progetto innovativo

Il 1 aprile 2004, Google lanciò la propria piattaforma di posta elettronica Gmail.

Molti pensarono che l’annuncio di Google fosse uno scherzo del primo di aprile.

Vediamo cosa è successo dopo…

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Offerta GMAIL nel 2004

1 GB di spazio di archiviazione gratuito pubblicizzato da Google era una quantità sbalorditiva per l’epoca, soprattutto se paragonato alle alternative di posta elettronica come Hotmail e Yahoo, ciascuna delle quali ne offriva meno.

Ma ora, 20 anni e 1,2 miliardi di utenti dopo (una persona su sette), Gmail non solo non è uno scherzo, ma è di gran lunga il nome più importante nel campo della posta elettronica. E oggigiorno lo spazio di archiviazione di Gmail arriva fino a 15 GB per utente.

Nel comunicato stampa originale, Google sottolineava la possibilità di cercare un determinato messaggio, una questione importante per l’epoca, e lo spazio di archiviazione senza precedenti. “Gmail si basa sull’idea che gli utenti non dovrebbero mai dover archiviare o eliminare un messaggio”, si legge nel comunicato stampa, “o avere difficoltà a trovare un’e-mail che hanno inviato o ricevuto”.

Evoluzione dell’offerta

Nel 2005, l’azienda ha raddoppiato la dimensione dello spazio di archiviazione disponibile portandola a 2 GB per utente. Nel 2006 ha lanciato il compagno Google Calendar. Google Chat è stata introdotta lo stesso anno e il servizio è diventato completamente pubblico il 14 febbraio 2007.

Nel 2008, Gmail ha visto l’aggiunta della sua funzione forse più utile: il rilevatore di allegati dimenticati, seguito nel 2009 dal tanto necessario “annulla invio”. Lo stesso anno ha visto l’aggiunta dell’accesso offline e il servizio ha continuato a crescere, aggiungendo un App iOS nel 2011. L’anno successivo, il 2012, ha visto 425 milioni di utenti, oltre a un aggiornamento a 10 GB di spazio di archiviazione . Nel 2013, il limite di archiviazione aveva raggiunto l’attuale limite di 15 GB. Gmail ha raggiunto 1 miliardo di utenti nel 2016.

Nel corso degli anni sono state aggiunte piccole funzionalità, come le risposte intelligenti, l’annullamento dell’iscrizione con un clic, una visualizzazione integrata che semplifica lo spostamento tra le app Google e persino funzionalità di traduzione automatica e funzionalità di intelligenza artificiale in grado di scrivere messaggi per te .

Inoltre: Meno digitazione, meno errori: come gli snippet di Gmail possono farti risparmiare tempo e fatica

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Controversie

Prima del 2017, il servizio di posta elettronica di Google scansionava automaticamente il testo di ciascun messaggio non solo per rilevare spam o malware, ma anche per inserire pubblicità pertinente. Dopo aver affrontato diverse cause legali relative a tale pratica, in particolare relative a questioni di razza, religione, salute, finanze o orientamento sessuale, Google ha affermato che smetterà di leggere le e-mail degli utenti e utilizzerà altre fonti di dati per annunci contestuali.

Inoltre, un rapporto del 2018 del Wall Street Journal ha mostrato che gli sviluppatori di terze parti sono stati in grado di scansionare centinaia di milioni di e-mail degli utenti.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, il servizio è ormai da molti anni lo standard di riferimento per la posta elettronica e l’opzione di riferimento per la maggior parte delle persone.

Futuro di GMAIL

Ricordo quando l’e-mail era il principale metodo di comunicazione con amici e familiari lontani. Ma ora, con la proliferazione di app come Slack e Teams per il lavoro e Messenger e WhatsApp per le conversazioni, non riesco a ricordare l’ultima volta che ho utilizzato la posta elettronica per comunicare con qualcuno.

Ma per quanto riguarda la tenuta dei registri, l’e-mail è ancora il mio standard. E, naturalmente, l’e-mail non è limitata a un’unica piattaforma, poiché puoi comunque accedere facilmente a chiunque abbia un indirizzo e-mail. L’e-mail è migliore per mailing list di grandi dimensioni e per l’invio di documenti e altri file ed è più sicura della maggior parte delle app di messaggistica.

La comunicazione è certamente cambiata nei due decenni trascorsi da quando Gmail è entrato in scena e, sebbene lo scopo della posta elettronica sia cambiato, è ancora chiaro che non andrà da nessuna parte.

Letture Correlate

Ercole Palmeri

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

Veeam presenta il supporto più completo per il ransomware, dalla protezione alla risposta e al ripristino

Coveware by Veeam continuerà a fornire servizi di risposta agli incidenti di cyber-estorsione. Coveware offrirà funzionalità di forensics e remediation…

23 Aprile 2024

Rivoluzione Verde e Digitale: Come la Manutenzione Predittiva sta Trasformando il Settore Oil & Gas

La manutenzione predittiva sta rivoluzionando il settore dell'oil & gas, con un approccio innovativo e proattivo alla gestione degli impianti.…

22 Aprile 2024

L’autorità antitrust del Regno Unito lancia l’allarme BigTech su GenAI

La CMA del Regno Unito ha lanciato un avvertimento circa il comportamento delle Big Tech sul mercato dell’intelligenza artificiale. La…

18 Aprile 2024

Casa Green: rivoluzione energetica per un futuro sostenibile in Italia

Il Decreto "Case Green", formulato dall'Unione Europea per potenziare l'efficienza energetica degli edifici, ha concluso il suo iter legislativo con…

18 Aprile 2024