Sostenibilità

Perché le persone resistono alle nuove tecnologie come i veicoli elettrici?

Dal 2035 in Europa si potranno vendere solo auto elettriche. L’otto giugno, il parlamento europeo ha approvato la proposta della Commissione Ue che imprime una decisa accelerata alla transizione ecologica del mondo delle quattro ruote.

Una misura in linea con il piano di Bruxelles Fit for 55, il pacchetto di misure per contrastare i cambiamenti climatici, decarbonizzare l’Europa, in linea con agli obiettivi dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite. La notizia è stata accolta con un prevedibile mix di risposte: alcuni hanno lodato la decisione come lungimirante e responsabile per l’ambiente; altri lo vedevano come un’eccessiva portata del governo, un attacco alla libertà dei consumatori e al libero mercato. Altri sono effettivamente molto scettici che questo risultato possa essere raggiunto.

Indipendentemente dal fatto che le argomentazioni contro i veicoli elettrici siano in buona fede o meno, resta il fatto che questa tecnologia ha incontrato una forte resistenza da quando le prime auto elettriche sono state acquistate.

Le resistenze degli scettici

Una parte della natura umana è resistente al cambiamento e all’ignoto. La tradizione ci da sicurezza quando si tratta di mangiare una pizza o di scegliere un percorso sul navigatore dell’auto.

Anche in California è stato votato il divieto di vendita di auto a combustione interna a partire dal 2035, e anche in California ci sono state forti resistenze.

Rosabeth M. Kanter, professoressa di economia alla Harvard Business School, afferma che il motivo principale per cui le persone resistono al cambiamento è che temono di perdere il controllo sulle proprie vite.

“Per le persone che si sentono come se la vita stesse sfuggendo al loro controllo è probabile che non vogliano essere costrette a fare un cambiamento”, dice Kanter.

Tuttavia, Kanter osserva anche che molte nuove innovazioni tecnologiche sono state accolte a braccia aperte. Lo smartphone, per esempio. Le auto, ovviamente, hanno un ciclo di vita più lungo, almeno tre o quattro volte più lungo di quello di uno smartphone. Ma perché in Europa, e soprattutto in California, c’è stata così tanta resistenza alla crescente quota di mercato dei veicoli elettrici ?

La risposta più ovvia è il costo. Anche gli smartphone non sono economici, ma c’è una grande differenza tra $ 700 e $ 70.000. L’attuale lotto di veicoli elettrici in circolazione è semplicemente troppo costoso per una persona media.

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.
I produttori di auto elettriche

Sapendo che la domanda supererà la capacità di produzione, i produttori di veicoli elettrici hanno scelto di offrire prima i modelli di lusso per guadagnare più soldi possibile aumentando la produzione. E mentre gli OEM legacy sono nella fase iniziale e quindi ancora presto per cambiare questa dinamica, i costi sono ancora estremamente elevati.

Kanter afferma che per convincere i consumatori ad adottare la nuova tecnologia, la transizione deve essere agevole. Deve essere semplice, ci devono essere facilitatori sia sul piano economico che sul piano della rottamazione dei veicoli vecchi.

Sempre in merito alle transizioni fluide: l’infrastruttura di ricarica rimane un altro enorme ostacolo. Infatti sia in Europa che negli Stati Uniti, le infrastrutture di ricarica sono inadeguate, specialmente nelle aree rurali. Se si vuole portare tutti a bordo di un veicolo elettrico il più rapidamente possibile, gli stati dovranno rendere la ricarica dei veicoli elettrici il più semplice possibile.

Auto elettriche Vs. Smartphone

Sempre la Kanter dice che i nuovi telefoni offrivano vantaggi immediati e ovvi. Le mappe e l’accesso a Internet da soli avrebbero venduto i dispositivi. Hanno anche collegato i clienti a reti che erano praticamente inaccessibili senza il dispositivo.

“Nel momento in cui l’utente vede cose che sono utili per loro stessi, non devi più importi”, dice Kanter. “I vantaggi sono proprio lì davanti a loro”.

I vantaggi dei veicoli elettrici, invece, sono più sottili o addirittura esistenziali. Calcolare il costo della ricarica del veicolo o il costo per Kilometro di guida, richiede una buona dimestichezza nei calcoli, nelle proporzioni, nelle espressioni.

Sì, vero. E’ più economico per Km guidare un veicolo elettrico che fare il pieno di benzina, ma per capirlo è necessario sapere cos’è un kilowattora e quanto consuma la tua auto per Km. di viaggio e quanto costa l’elettricità per kilowattora . I benefici climatici si applicano davvero solo a livello sociale e forse planetario.

Redazione BlogInnovazione.it

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

Apprendimento automatico: confronto tra Random Forest e albero decisionale

Nel mondo del machine learning, sia gli algoritmi random forest che decision tree svolgono un ruolo fondamentale nella categorizzazione e…

17 Maggio 2024

Come migliorare le presentazioni Power Point, consigli utili

Esistono molti suggerimenti e trucchi per fare ottime presentazioni. L'obiettivo di queste regola è di migliorare l'efficacia, la scorrevolezza di…

16 Maggio 2024

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Pubblicato il rapporto "Protolabs Product Development Outlook". Esamina le modalità in cui oggi vengono portati i nuovi prodotti sul mercato.…

16 Maggio 2024

I quattro pilastri della Sostenibilità

Il termine sostenibilità è oramai molto usato per indicare programmi, iniziative e azioni finalizzate alla preservazione di una particolare risorsa.…

15 Maggio 2024

Come consolidare i dati in Excel

Una qualsiasi operazione aziendale produce moltissimi dati, anche in forme diverse. Inserire manualmente questi dati da un foglio Excel a…

14 Maggio 2024

Analisi trimestrale Cisco Talos: mail aziendali nel mirino dei criminali Manifatturiero, Istruzione e Sanità i settori più colpiti

La compromissione delle mail aziendali sono aumentate nei primi tre mesi del 2024 più del doppio rispetto all’ultimo trimestre del…

14 Maggio 2024

Principio di segregazione dell’interfaccia (ISP), quarto principio S.O.L.I.D.

Il principio di segregazione dell'interfaccia è uno dei cinque principi SOLID della progettazione orientata agli oggetti. Una classe dovrebbe avere…

14 Maggio 2024

Come organizzare al meglio i dati e le formule in Excel, per un’analisi ben fatta

Microsoft Excel è lo strumento di riferimento per l'analisi dei dati, perchè offre molte funzionalità per organizzare set di dati,…

14 Maggio 2024

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici