Articoli

Shopping online: Disponibile il report sull’e-commerce settore fashion realizzato da SaleCycle

Crescono le vendite online del fashion, la domenica, e continua a prevalere nel 2022 l’utilizzo dei dispositivi mobili.

Gli utenti tendono ad acquistare principalmente capi di abbigliamento formale, in particolate nel settore del fast fashion, generando un elevato traffico online.

Alti tassi di abbandono del carrello. Casey Turnbull, autrice dello studio, afferma che il settore e-commerce della moda «è uno dei settori più dinamici al mondo».

Dati emersi dal report

Un aumento delle vendite online che raggiunge il suo picco nel mese di gennaio (10,71%), ancora influenzato dal boom registratosi nel novembre scorso per effetto del Black Friday, con una continua crescita del mobile, che ha visto a un incremento delle vendite del 41% dal 2020 e del 2,45% dal 2021. E un tasso di abbandono del carrello che in Europa raggiunge l’83,48%.

Sono alcuni dei dati emersi dal report su trend e statistiche del settore e-commerce della moda per il 2023 realizzato da SaleCycle, azienda anglo-francese specializzata in attività di remarketing. Il report è il risultato dell’analisi di milioni di percorsi di acquisto online realizzata dall’azienda negli ultimi 12 mesi, prendendo in considerazione oltre 150 dei principali brand e retailer online di moda a livello globale.

Casey Turnbull, autrice del report

«Il settore e-commerce della moda si adatta rapidamente alle stagioni, ai cambiamenti nel comportamento di navigazione e acquisto degli utenti, all’evoluzione della tecnologia e alle condizioni di mercato» dichiara Casey Turnbull, autrice del report, marketing specialist presso SaleCycle e giornalista. «Secondo Statista, si prevede una crescita progressiva annuale del settore e-commerce della moda dell’11,5%, raggiungendo un valore pari a 1 501,3 miliardi di dollari entro la fine del 2027» continua.

Nel 2022 gli abiti da donna sono stati gli articoli più acquistati (più di 9 milioni), seguiti da t-shirt, jeans e maglioni. Il settore del fast fashion, rispetto a quello del lusso, è quello che ha registrato più acquisti da parte dei consumatori (quasi 12,5 milioni in Europa).

«A causa della pandemia di Covid-19, la posticipazione di eventi come matrimoni e addii al nubilato, così come la crescente popolarità delle baby shower e altri eventi sociali e aziendali, rappresenta sicuramente la causa della crescente domanda di abiti da donna e altri capi di abbigliamento formale» spiega Casey Turnbull.

Quando e Come

Sempre nel corso del 2022 gli utenti tendevano ad acquistare nel loro tempo libero, per riuscire a dedicarsi con calma agli acquisti. Il maggior volume di vendite online è stato registrato la domenica (16,22%) così come nei momenti al di fuori del lavoro, soprattutto alle ore 21:00, orario in cui aumentava l’intenzione o l’impulso ad acquistare.

Particolarmente interessante è la continua crescita del mobile shopping, che genera quasi il 72% delle vendite. A discapito dello shopping da desktop, che passa in secondo piano registrando solo il 28% di tutte le vendite online.

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

«L’e-commerce si trova ad affrontare una nuova generazione di consumatori che utilizzano il cellulare come modalità principale di acquisto online» prosegue Casey Turnbull. Questo soprattutto grazie ai progressi tecnologici, «i consumatori possono contare su una maggiore facilità d’acquisto in seguito a una user experience ottimizzata e a procedure di checkout più rapide con opzioni di pagamento mobile-friendly (ad esempio, ApplePay) effettuate tramite il proprio dispositivo mobile».

I carrelli abbandonati

Nel settore e-commerce della moda, tuttavia, i tassi di abbandono del carrello sono elevati, principalmente da mobile (85,55%) e nel settore del lusso. Le ragioni sono molteplici: i costi imprevisti, le spese di spedizione o le tasse, le preoccupazioni sulla sicurezza del sito web, il fatto di navigare per poi cambiare idea, la presenza di poche informazioni e di recensioni sul prodotto.

«Una possibile spiegazione per i tassi di abbandono più elevati da dispositivo mobile rispetto a quelli da desktop è che molti utenti trovano la shopping experience da mobile meno comoda o comunque più complicata rispetto alla UX da desktop» conclude Casey Turnbull.

È possibile scaricare il report cliccando qui.

BlogInnovazione.it

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

Apprendimento automatico: confronto tra Random Forest e albero decisionale

Nel mondo del machine learning, sia gli algoritmi random forest che decision tree svolgono un ruolo fondamentale nella categorizzazione e…

17 Maggio 2024

Come migliorare le presentazioni Power Point, consigli utili

Esistono molti suggerimenti e trucchi per fare ottime presentazioni. L'obiettivo di queste regola è di migliorare l'efficacia, la scorrevolezza di…

16 Maggio 2024

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Pubblicato il rapporto "Protolabs Product Development Outlook". Esamina le modalità in cui oggi vengono portati i nuovi prodotti sul mercato.…

16 Maggio 2024

I quattro pilastri della Sostenibilità

Il termine sostenibilità è oramai molto usato per indicare programmi, iniziative e azioni finalizzate alla preservazione di una particolare risorsa.…

15 Maggio 2024

Come consolidare i dati in Excel

Una qualsiasi operazione aziendale produce moltissimi dati, anche in forme diverse. Inserire manualmente questi dati da un foglio Excel a…

14 Maggio 2024

Analisi trimestrale Cisco Talos: mail aziendali nel mirino dei criminali Manifatturiero, Istruzione e Sanità i settori più colpiti

La compromissione delle mail aziendali sono aumentate nei primi tre mesi del 2024 più del doppio rispetto all’ultimo trimestre del…

14 Maggio 2024

Principio di segregazione dell’interfaccia (ISP), quarto principio S.O.L.I.D.

Il principio di segregazione dell'interfaccia è uno dei cinque principi SOLID della progettazione orientata agli oggetti. Una classe dovrebbe avere…

14 Maggio 2024

Come organizzare al meglio i dati e le formule in Excel, per un’analisi ben fatta

Microsoft Excel è lo strumento di riferimento per l'analisi dei dati, perchè offre molte funzionalità per organizzare set di dati,…

14 Maggio 2024

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici