Innovazione sostenibile

Dalle gite fuori porta allo Spazio profondo: 2 startup genovesi sulla via della sostenibilità

Il panorama delle startup genovesi e liguri è più ampio e variegato di quello che si potrebbe pensare: c’è BuddyFit, fra le app leader in Italia per fare palestra in streaming da casa, Chitè, ecommerce di lingerie su misura e made in Italy, SMO, che realizza lenti microscopiche per smartphone, e ovviamente WyScout, che ha rivoluzionato il mondo delle statistiche legate al calcio.

OutBe

E poi ci sono quelle impegnate nella lotta contro il cambiamento climatico, per la tutela dell’ambiente e anche per rendere più sostenibile quello che abbiamo fatto sinora ma che ora è diventato insostenibile. Per esempio, c’è OutBe, fondata a Recco nell’ottobre del 2021 da Luca Tixi (biologo marino e già founder di Outdoor Portofino) con l’aiuto dell’ecologa marina Arianna Liconti e di Matilde Marino e Jacopo Dellacasa: “Volevamo unire la citizen science, la scienza partecipativa, con la passione per lo stare all’aria aperta e usarle per dare agli scienziati nuovi e migliori strumenti per fare le loro ricerche”, ci ha spiegato Marino, che ha il ruolo di responsabile di marketing e business development.

Le aziende che vogliono fare qualcosa per aiutare l’ambiente si rivolgono ad OutBe, che per i loro dipendenti organizza formazione, consulenza e soprattutto eventi all’aperto; tutto quello che viene raccolto durante questi eventi (informazioni, dati, oggetti) viene indicizzato attraverso la piattaforma della startup e consegnato a chi fa ricerca. 

Invece di far andare gli scienziati sul campo, portano il campo dagli scienziati: “Durante gli eventi di pulizia delle spiagge, tutte le micro e macroplastiche vengono catalogate e geolocalizzate, cosa che permette di ricostruire meglio la loro provenienza e la loro natura – ci ha detto Marino facendo qualche esempio concreto – Durante le uscite in kayak, facciamo lo stesso utilizzando retini e barattoli, e quello che raccogliamo viene consegnato al CNR”. OutBe, che oggi dà lavoro a 6 persone, in futuro punta a migliorare la user experience della sua piattaforma, a creare una sua app e pure a espandere l’attività oltre il Nord Italia. E oltre l’Italia, anche.

DB Space

E decisamente oltre l’Italia è dove vorrebbe arrivare Dario Bruna, co-founder e CEO di DB Space, che realizza motori per i viaggi nello Spazio. Più precisamente, sistemi di propulsione per i cosiddetti lanciatori (i missili che portano cose fuori dall’orbita terrestre) e per i veicoli destinati all’esplorazione di altri pianeti, come lander e rover.

Dario Bruna è genovese e per 3 anni ha lavorato alla Nasa, ci ha raccontato che:

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

“la startup è stata fondata nel 2021, e fra i fondatori ci sono anche l’ex astronauta Franco Malerba e Joseph Veres, ex manager dell’Agenzia spaziale Americana”.

Semplificando, quello che vogliono fare (anzi: che hanno fatto e vorrebbero brevettare) è sostituire le turbine dei motori con motorini elettrici che svolgano la stessa funzione di aumento della pressione del combustibile, però impiegando meno energia ed essendo più robusti, economici da produrre e soprattutto riutilizzabili. Più sostenibili, insomma: “Si potranno usare con qualsiasi combustibile, dal cherosene all’idrogeno liquido, passando per metano e ossigeno”, ci ha spiegato Bruna mostrandoci un prototipo stampato in 3D.

Sinora, DB Space ha raccolto 100mila euro di finanziamenti, sta per chiudere un altro round “con un importante investitore internazionale” ed è in contatto con ASI ed ESA per la fornitura dei suoi dispositivi: “Entro metà 2023 dovremmo concludere il processo di validazione, raccoglieremo altri fondi, vogliamo assumere 7-8 persone e arrivare sul mercato nel 2025”. Che è più o meno quando l’umanità dovrebbe tornare sulla Luna.

Fonte Italian.Tech

​  

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

Come usare le visualizzazioni e il layout in PowerPoint

Microsoft PowerPoint fornisce diversi tipi di strumenti per rendere le presentazioni fruibili, interattive e adatte a diversi scopi. Gli strumenti…

20 Maggio 2024

Apprendimento automatico: confronto tra Random Forest e albero decisionale

Nel mondo del machine learning, sia gli algoritmi random forest che decision tree svolgono un ruolo fondamentale nella categorizzazione e…

17 Maggio 2024

Come migliorare le presentazioni Power Point, consigli utili

Esistono molti suggerimenti e trucchi per fare ottime presentazioni. L'obiettivo di queste regola è di migliorare l'efficacia, la scorrevolezza di…

16 Maggio 2024

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Pubblicato il rapporto "Protolabs Product Development Outlook". Esamina le modalità in cui oggi vengono portati i nuovi prodotti sul mercato.…

16 Maggio 2024

I quattro pilastri della Sostenibilità

Il termine sostenibilità è oramai molto usato per indicare programmi, iniziative e azioni finalizzate alla preservazione di una particolare risorsa.…

15 Maggio 2024

Come consolidare i dati in Excel

Una qualsiasi operazione aziendale produce moltissimi dati, anche in forme diverse. Inserire manualmente questi dati da un foglio Excel a…

14 Maggio 2024

Analisi trimestrale Cisco Talos: mail aziendali nel mirino dei criminali Manifatturiero, Istruzione e Sanità i settori più colpiti

La compromissione delle mail aziendali sono aumentate nei primi tre mesi del 2024 più del doppio rispetto all’ultimo trimestre del…

14 Maggio 2024

Principio di segregazione dell’interfaccia (ISP), quarto principio S.O.L.I.D.

Il principio di segregazione dell'interfaccia è uno dei cinque principi SOLID della progettazione orientata agli oggetti. Una classe dovrebbe avere…

14 Maggio 2024

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici