4 passi (pratici) per dare vita ad un’innovazione

innovazione significato
Metodi

Non è un segreto: la pandemia da coronavirus ha cambiato la vita di moltissimi. Da un giorno all’altro ci siamo ritrovati senza lavoro o semplicemente con la necessità di fare qualcosa di nuovo, di dare vita ad un’innovazione.

In questo articolo vogliamo perciò aiutarti, consigliandoti 4 semplici passi per dare vita ad un’innovazione che, con le giuste precauzioni, potrà poi diventare una startup.

Sei pronto? Iniziamo subito!

1#: Non lasciare il tuo attuale lavoro

come dare vita a un'innovazione

Spesso quando sentiamo le storie di imprenditori di successo, ci viene raccontato di come siano andati contro tutto e tutti per ciò in cui credevano.

Quasi come se avessero fatto un atto di fede, lasciando le loro certezze per inseguire la loro passione. 

Certo, complimenti a loro. Tuttavia c’è un modo molto più sicuro per dare vita ad un’innovazione senza che questa vi mandi in fallimento. 

Sto parlando del tuo attuale lavoro (nel caso in cui non lo avessi, tanto meglio, non hai nulla da perdere).

Il primo consiglio per aprire una startup o comunque creare qualcosa di innovativo è quindi quello di, almeno agli inizi, tenere il tuo lavoro

Questo chiaramente si traduce in una riduzione del tempo libero. Dovrai negli orari lavorativi dedicarti al tuo lavoro e nel resto della giornata alla tua idea innovativa. 

I vantaggi però sono ovvi:

  • continuerai ad avere uno stipendio con cui, tra l’altro, investire nel tuo progetto;
  • non avrai perso il tuo “posto fisso” in caso andasse male.

2#: Individua un problema da risolvere

4 passi (pratici) per dare vita ad un’innovazione

Dare vita ad un’innovazione significa creare qualcosa che prima non esisteva e che in qualche modo aiuti le persone a risolvere un problema che prima non aveva soluzione. 

Non è un caso infatti che la maggior parte degli innovatori di successo avevano:

  • un problema;
  • la volontà di cercargli una soluzione;
  • una visione non convenzionale.

Il secondo consiglio per dare vita ad un’innovazione è allora quello di concentrarti sulla tua esperienza e sui problemi che tu in prima persona vivi.

Perchè? Perchè come li stai affrontando tu, molto probabilmente li stanno affrontando anche molti altri.

Infatti quindi si avvia un’impresa, soprattutto quando innovativa, prima di investirci tempo e denaro è necessario validare l’idea, il mercato e il prodotto/servizio.

Tutto questo perchè nessuno vuole spendere i propri soldi per qualcosa di inutile.

La tua esperienza è quindi estremamente importante per capire cosa le altre persone potrebbero avere bisogno, ma ricorda che è molto importante anche ascoltare le opinioni altrui, anche perchè saranno poi i tuoi clienti paganti.

3#: Parti leggero

parti leggero con l'innovazione

Hai mai sentito parlare del metodo Lean Startup?

È un metodo di creazione di un’impresa innovativa dove lo scopo è quello di usare pochi soldi per testare la propria idea nel minor tempo possibile.

Per questo il terzo consiglio per creare e sviluppare un’innovazione è quello di lasciare il superfluo e di dedicarti solo alle cose realmente fondamentali.

Può infatti capitare che uno startupper, sviluppando la sua idea, perda troppo tempo nell’ottimizzazione di ogni singolo dettaglio quando invece il suo obiettivo dovrebbe essere un altro.

Ovvero capire se l’idea ha potenziale.

Immagina infatti di aver ottimizzato esteticamente il tuo sito web. Ci avrai dedicato tempo e magari anche denaro chiedendo aiuto ad una società specializzata.

Bene, adesso che però il sito è online nessuno lo visita, perchè nessuno è interessato a ciò che contiene.

Questo chiaramente non significa neanche che il sito della tua innovazione debba essere brutto e inutilizzabile. Semplicemente tutti gli orpelli non necessari devono essere tenuti per dopo.

Ricapitoliamo quindi: bassa spesa, nel minor tempo possibile e con l’obiettivo di validare il tuo prodotto nelle sue funzionalità principali.

Devi essere ossessionato dal problema e dal volerlo risolvere, non del tuo prodotto/servizio, quello può e deve cambiare per essere migliore.

4#: Concentrati sull’essenziale

concentrati sull'essenziale se vuoi innovare

Quasi come se non ci fossimo neanche staccati dal paragrafo precedente, il quarto e ultimo consiglio per chi vuole creare un’innovazione è quello di concentrarsi solo sull’essenziale.

Cosa significa? Nulla di più semplice.

Hai la tua innovazione e vorresti trasformarla in un business. Tuttavia non conosci ancora a chi e come potrebbe interessare.

Ciò che devi fare è sviluppare un prototipo, un MVP o uno Smoke Test, del tuo prodotto e testarlo su una porzione degli utenti in target, quelli che prendono il nome di Early Adopters.

Come avrai immaginato il prototipo non deve essere completo, anzi, deve includere solo la funzionalità chiave della tua innovazione.

Questo perchè devi capire:

  • se la tua innovazione è davvero qualcosa che interessa al pubblico;
  • come soddisfare il cliente.

È rarissimo che un’idea rimanga esattamente come era stata pensata. 

Crescerà e cambierà per adattarsi nel modo migliore alle esigenze dei clienti.

Solo così puoi assicurarti la creazione di un’innovazione che serve davvero.

Newsletter sull’Innovazione

Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.
Loading

Puoi cancellarti in ogni momento. Leggi la nostra Privacy Policy.

quanto pesa un'idea in un processo innovativo ?
Tutorial
L’innovazione e la relazione di clientela – quanto pesa un’idea in un processo innovativo ?

Cambiando cappello, si passa così al giallo.   Questo passaggio aiuta a pensare positivamente. È il punto di vista ottimistico che aiuta a vedere tutti i benefici delle decisioni prese e del lavoro svolto con i tre cappelli precedenti. È chiaro che, maggiormente siamo stati efficienti con un numero elevato …

i sei cappelli per pensare
Tutorial
L’innovazione e la relazione di clientela – i sei cappelli per pensare

Perché proprio l’idea dei cappelli? Come nell’epoca passata, nella quale nulla più di un cappello rappresentava un ruolo (date un’occhiata alle vecchie foto in bianco e nero, raramente troverete persone senza capello), oggi, parafrasando e muovendoci per analogia, potremmo indossare intenzionalmente un cappello per pensare. Perché applicarlo alla nostra relazione …

intelligenza logica deduttiva
Tutorial
L’innovazione e la relazione di clientela – l’esperienza e l’intelligenza logico-deduttiva

Nel cercare di liberare le forze creative, dobbiamo stare attenti a due elementi che normalmente rappresentano punti di forza ma che, in questo caso, possono limitarci: l’esperienza e l’intelligenza logico-deduttiva. L’esperienza diventa limitante della creatività nel momento che assurge a paradigma. Come la visione Kuhniana dell’esperienza ci insegna essa è …