ecommerce: in arrivo il primo camerino di prova virtuale 3D al mondo

Il 60% degli amanti degli acquisti online abbandona il carrello della spesa virtuale perché incerti delle dimensioni dell’indumento.

Per rendere la scelta più semplice e sicura senza dover rimandare indietro la merce, arriva il primo camerino di prova virtuale al mondo che utilizza la tecnologia 3D. L’idea è di Fitle, una start-up parigina nata nel 2013, che ha sviluppato una soluzione di sizing per i siti e-commerce di moda.

shopping-online-640x360

La start-up ha creato lo strumento di guida alle taglie più avanzato sul mercato che permette ai clienti di trovare la taglia più adatta a loro in pochi semplici clic e di poter provare gli indumenti in tempo reale, grazie alla tecnologia 3D.

La start-up è stata fondata da due ingegneri,

Charles Nouboué (28 anni) e Gaétan Rougevin-Baville (28 anni), ed è composta da un team R&D di oltre 20 persone e si affida alla banca dati di sizing più vasta al mondo,

Fitle ha come obiettivo migliorare l’esperienza degli utenti durante gli acquisti sul web. Questo, dunque, è l’asso nella manica della start-up che propone la soluzione più accurata disponibile sul mercato in materia di taglie, che migliora di giorno in giorno, grazie all’apprendimento automatico dei dati raccolti.

Newsletter sull’Innovazione

Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.
Loading

Puoi cancellarti in ogni momento. Leggi la nostra Privacy Policy.

EUHubs4Data open call
Comunicati Stampa
Big Data: aperta la terza open call del progetto EUHubs4Data

Il progetto EUHubs4Data ha aperto la terza open call per promuovere l’innovazione basata sui dati. Con questo bando EUHubs4Data vuole selezionare e finanziare 18 esperimenti innovativi realizzati da PMI e imprenditori, sfruttando appieno il potenziale dei dataset e del catalogo di servizi data driven di EUHubs4Data. Il progetto EUHubs4Data, finanziato dalla Commissione Europea, ha stanziato 5,8 milioni di euro per …

metaverso virtuale
Informatica
Sì: online siamo meno onesti e più aggressivi. E nel metaverso andrà peggio

Una ricerca di IIT in collaborazione con La Sapienza dimostra che meno ci sentiamo rappresentati dai nostri avatar, più siamo disposti a fare scelte moralmente discutibili Su Internet siamo abituati a comportarci peggio che nel mondo reale, a scrivere cose che non diremmo mai, pure a mentire e magari a fingerci …

OpenAI
Creatività
L’innovativa tecnologia di OpenAI è disponibile. L’abbiamo usata per trascrivere l’audio direttamente sul PC

OpenAI, azienda già nota per DALL-E e GPT, ha realizzato il suo sistema di riconoscimento vocale automatico, chiamato Whisper. Ricercatori e sviluppatori lo possono già testare e usare. OpenAI è la società che ha sviluppato il programma di generazione di immagini e meme DALL-E e il potente motore di completamento …