STRATEGIA OCEANO BLU: Amazon dà consigli di stile con Alexa

Amazon (Alexa) è una Big indiscussa del commercio online perchè sin dall’inizio ha capito che le aziende per avere successo, devono smettere di farsi concorrenza. L’unico modo per battere la concorrenza è smettere di cercare di battere la concorrenza.

Per far questo, Amazon è alla continua ricerca di nuovi spazi dove muoversi, anzi nuovi oceani blu dove navigare tranquilli, e presidiare gli oceani rossi “quasi commodity” del “semplice” e-commerce.

Ecco che Amazon propone sempre nuovi servizi innovativi ed esclusivi, e quindi è arrivata l’ora dei consigli di stile. La compagnia ha infatti lanciato Echo Look, una versione del suo speaker con assistente vocale integrato pensata per aiutare nella scelta di cosa indossare. Il dispositivo, che non manca di sollevare alcune perplessità sulla privacy, scatta foto dell’outfit, offre suggerimenti e, tramite l’intelligenza artificiale, può giudicare l’abbigliamento.Alexa

La versione modaiola dello speaker consente di fare foto e video attraverso un comando vocale indirizzato ad Alexa, l’assistente virtuale di Amazon. In questo modo l’utente può vedere come sta con determinati capi e magari provare molteplici outfit per poi scegliere il più gradito. Le foto possono essere memorizzate in una sorta di raccolta dei look, oltre che condivise. In base al proprio stile, inoltre, si ricevono consigli per gli acquisti.

La funzione Style Check permette poi di avere una seconda opinione sull’abbigliamento scelto. Il servizio, via app, unisce algoritmi di apprendimento automatico e consigli di esperti di moda per decidere qual è il migliore tra due outfit.

La versione di Echo con fotocamera, su cui erano trapelate indiscrezioni agli inizi di marzo, è in vendita su Amazon in Usa a 200 dollari e offre gli stessi servizi dell’altoparlante classico, dalla lettura delle news alla riproduzione musicale, dalle previsioni del tempo alle condizioni del traffico.

 

Ercole Palmeri
Temporary Innovation Manager

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

business intelligence strategia
Metodi
Strategie per la Business Intelligence di successo

La costruzione di una strategia di successo per la vostra Business Intelligence, parte da una corretta visione degli obiettivi.   Vediamo qui di seguito alcuni punti fondamentali.   Valutare la situazione attuale Sarebbe un grave errore sottovalutare questo aspetto. Valutare la situazione attuale vuol dire analizzare i processi, le strutture …

open closed principle
Metodi
Open / Closed, secondo principio S.O.L.I.D.

Le entità software (classi, moduli, funzioni, ecc.) Dovrebbero essere aperte per l’estensione, ma chiuse per la modifica. Progettare il software: moduli, classi e funzioni in modo tale che quando è necessaria una nuova funzionalità, non dovremmo modificare il codice esistente ma piuttosto scrivere nuovo codice che verrà utilizzato dal codice …

Solid figure geometriche solide
Formazione
1
SOLID cosa sono i 5 principi della programmazione a oggetti

S.O.L.I.D. è un acronimo, riferito ai cinque principi di progettazione orientata agli oggetti (OOD o OOP). Sono delle linee guida che gli sviluppatori possono utilizzare per creare software in modo semplice da gestire, mantenere ed estendere. La comprensione di questi concetti ti renderà uno sviluppatore migliore e ti consentirà di …