Agile: Linee guida per l’applicazione della metodologia Agile

Metodologia Agile
Digitale

L’adozione della metodologia Agile, richiede tempo, nuovi processi, verifiche, ma soprattutto comporta l’introduzione di nuovi concetti lavorativi che le aziende e le persone devono accettare, renderli propri e applicarli.

L’applicazione della metodologia Agile, richiede quindi un punto di partenza Ma da dove conviene partire per modificare la propria organizzazione e adattarla alla metodologia agile ?
Vediamo qui di seguito alcune linee guida da cui partire, utili alle organizzazioni che vogliono trasformarsi e avvicinarsi alla metodologia agile.
Premettiamo che ogni organizzazione, a seconda delle dimensioni o dello scopo di business, adatta le linee guida verificando quale modello funziona meglio per lei, creandone uno proprio. Le metodologie Agile si implementano in modo Agile, invece ogni organizzazione adatta e inventa il proprio modello.
Rendere lo sviluppo personale un viaggio collettivo
Trattare tutti allo stesso modo non basta
Introdurre e mantenere una cultura del feedback continua
Auto-organizzazione non significa anarchia
Chiarisci lo scopo e condividilo e quindi scegli una strategia e portala avanti con trasparenza
Potrebbe interessarti anche: Project Management in formazione esperenziale
Rendere lo sviluppo personale un viaggio collettivo.
Ciò a cui le aziende devono prestare particolare attenzione per avere successo sono le riflessioni di gruppo e lo sviluppo personale. Il compito di un’azienda che vuole adattarsi al modello lavorativo del futuro è quello di aiutare le persone a non avere contrasti personali, ad agevolare le discussioni e a fare in modo che si svolgano ai livelli giusti. I livelli giusti sono quelli che aiutano concretamente ad alzare il valore dell’azienda e delle persone che ne fanno parte. Le sessioni di coaching mensili sono un ottimo modo per mettere in atto questa prima linea guida. Qui lo sviluppo personale diventa un viaggio collettivo trasmettendo la sua importanza agli individui.
Trattare tutti allo stesso modo non basta
Pensare che l’uguaglianza sia un ottimo punto di partenza non é sufficiente. Le persone sono poco propense ad equiparare la loro unicità e il loro valore individuale a quello di tutti gli altri, come se tutti fossero automi. L’uguaglianza consiste nel fatto che tutti sono trattati secondo gli stessi criteri ma in modo trasparente vengono riconosciute le differenze. Infatti ci sono delle abilità, competenze e personalità che non possono essere uguali in tutte le persone. Negando queste differenze si crea tensione ed ingiustizia, allo stesso modo in cui si crea un senso di ingiustizia quando si accordano preferenze per amicizia o nepotismo al posto di riconoscere le capacità. Utilizzando un principio di correttezza e onestà si riesce a conferire a ogni persona ciò che merita.
Introdurre e mantenere una cultura del feedback continua
Nel modello lavorativo del futuro la sperimentazione è fondamentale, ma come monitorare qualcosa che si sta sperimentando funziona senza il feedback continuo delle persone? Ciò che aiuta a modificare e migliorare è proprio il feedback continuo. Per fare questo occorre creare un ambiente psicologicamente sicuro in cui ognuno si sente a proprio agio ad esprimere la propria opinione, anche quando potrebbe risultare scomoda, anzi, sopratutto quando è scomoda. Agire con lo scopo di migliorare continuamente in un ambiente psicologicamente sicuro permette una collaborazione collettiva verso un unico obiettivo e la consapevolezza che il parere di ogni persona all’interno dell’azienda conta.
Auto-organizzazione non significa anarchia
Nella strada verso il modello organizzativo del futuro i team cross-funzionale imparano ad auto-governarsi. L’auto-organizzazione si fonda sul concetto di autonomia condivisa, questo significa che i team seguono uno scopo comune aziendale, che condividono fin dall’inizio principi e valori aziendali e stabiliscono al loro interno le regole di interazione tra di loro e i ruoli funzionali di cui, di volta in volta, il team ha bisogno.
Chiarisci lo scopo e condividilo e quindi scegli una strategia e portala avanti con trasparenza
Condividere lo scopo è essenziale per portare a bordo le persone e permettere a loro di scegliere se lo scopo aziendale coincide con i loro valori. Scegliere una strategia, condividerla e perseguirla con trasparenza permette alle persone di implementarla con la necessaria flessibilità.
Infine, da qualsiasi parte tu decida di iniziare dovrai prima dimenticare tutto ciò che hai imparato stando nel vecchio modello lavorativo e concentrarti su un approccio che è totalmente diverso. Questo approccio parte con la sperimentazione di metodi che hanno già funzionato in altre organizzazioni e che puoi copiare,
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Application Performance Management
Formazione
Cosa è un APM, Application Performance Management, introduzione e alcuni esempi

Application Performance Management (APM) sono applicazioni per il monitoraggio o la gestione delle prestazioni del codice programma, delle dipendenze dell’applicazione, dei tempi di transazione e dell’esperienza utente complessiva. L’APM generalmente comprende la misurazione di più metriche relative alle prestazioni dell’applicazione, alle mappe dei servizi, alle transazioni degli utenti in tempo …

malware bloginnovazione
Digitale
I Malware sono già all’opera per preparare gli attacchi del futuro

Diversi anni fa, una riuscita campagna di phishing ha portato all’infezione di varie reti aziendali tramite un malware dormiente…. Criticità  del 2019: “Il crimine informatico di massa sta crescendo“, ha dichiarato Guillaume Poupard, direttore generale dell’ANSSI in un’intervista a Liberation, nella quale ha ripercorso gli sviluppi nel 2019. Di fatto, il 2019 …

Cyber-trends-2020
Digitale
CyberSecurity 2020, le tendenze del nuovo anno: il Phishing

La CyberSecurity assume un ruolo sempre più importante nell’Informatica, vediamo la tendenza del phishing. Criticità del 2019: Nel 2019, la percentuale di phishing è aumentata nei principali vettori di attacco (secondo un rapporto di Microsoft, pubblicato alla fine dell’anno). Inoltre, “i metodi di phishing utilizzati aumentano il loro livello di sofisticazione“, con …