Articoli

Un robot in grado di muoversi su terra e in acqua, grazie agli arti che si trasformano

Immaginiamo di poter trasformare le nostre gambe in pinne prima di saltare in acqua. I ricercatori di Yale hanno creato un robot che realizza questa impresa attraverso un processo che hanno soprannominato “morfogenesi adattiva”.

 

Il progetto è descritto nell’edizione del 12 ottobre di Nature ed è presente sulla copertina del numero.

Il robot, ART (Amphibious Robotic Turtle), prende ispirazione dalle tartarughe acquatiche e terrestri, un gruppo la cui documentazione fossile copre oltre 110 milioni di anni.

 

Morfogenesi adattiva

Il robot è dotato di arti che si trasformano grazie alla morfogenesi adattiva e quindi possono adattare la loro forma, rigidità e comportamento all’ambiente. Gli arti utilizzano materiali a rigidità variabile e muscoli artificiali per trasformare la loro forma durante il passaggio da un ambiente all’altro. Nel suo stato con le gambe, ART può attraversare la terra con una varietà di andature terrestri a quattro zampe. Dopo aver raggiunto uno specchio d’acqua, ART può quindi trasformare le sue gambe in pinne, consentendogli di nuotare con andature acquatiche basate su portanza e resistenza.

 

ART si differenzia dagli altri robot anfibi sfruttando l’adattamento della forma per utilizzare le stesse parti per la propulsione sia in acqua che in terra. Altri approcci aggiungono più meccanismi propulsivi allo stesso robot, utilizzandone uno diverso in ciascun ambiente, il che può portare a inefficienze energetiche. 

 

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.
Applicazioni di ART

Le potenziali applicazioni sono numerose. Il laboratorio di Kramer-Bottiglio si è concentrato su applicazioni che includono il monitoraggio degli ecosistemi lungo le coste, il supporto dei subacquei e l’agricoltura oceanica. Il robot aiuterà anche i ricercatori a studiare la fisica della locomozione nella complessa zona di surf – dove onde, correnti e torbidità rendono particolarmente difficile la navigazione per i dispositivi robotici – e altre zone di transizione ambientale.

 

Ricercatori

La ricerca è stata fatta presso la Yale University, Robert Baines, Sree Kalyan Patiballa (attuale affiliazione, University of Alabama), Joran Booth, Luis Ramirez, Thomas Sipple e Andonny Garcia; e dalla West Chester University, Frank Fish.

 

 

Redazione BlogInnovazione.it

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

Come usare le visualizzazioni e il layout in PowerPoint

Microsoft PowerPoint fornisce diversi tipi di strumenti per rendere le presentazioni fruibili, interattive e adatte a diversi scopi. Gli strumenti…

20 Maggio 2024

Apprendimento automatico: confronto tra Random Forest e albero decisionale

Nel mondo del machine learning, sia gli algoritmi random forest che decision tree svolgono un ruolo fondamentale nella categorizzazione e…

17 Maggio 2024

Come migliorare le presentazioni Power Point, consigli utili

Esistono molti suggerimenti e trucchi per fare ottime presentazioni. L'obiettivo di queste regola è di migliorare l'efficacia, la scorrevolezza di…

16 Maggio 2024

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Pubblicato il rapporto "Protolabs Product Development Outlook". Esamina le modalità in cui oggi vengono portati i nuovi prodotti sul mercato.…

16 Maggio 2024

I quattro pilastri della Sostenibilità

Il termine sostenibilità è oramai molto usato per indicare programmi, iniziative e azioni finalizzate alla preservazione di una particolare risorsa.…

15 Maggio 2024

Come consolidare i dati in Excel

Una qualsiasi operazione aziendale produce moltissimi dati, anche in forme diverse. Inserire manualmente questi dati da un foglio Excel a…

14 Maggio 2024

Analisi trimestrale Cisco Talos: mail aziendali nel mirino dei criminali Manifatturiero, Istruzione e Sanità i settori più colpiti

La compromissione delle mail aziendali sono aumentate nei primi tre mesi del 2024 più del doppio rispetto all’ultimo trimestre del…

14 Maggio 2024

Principio di segregazione dell’interfaccia (ISP), quarto principio S.O.L.I.D.

Il principio di segregazione dell'interfaccia è uno dei cinque principi SOLID della progettazione orientata agli oggetti. Una classe dovrebbe avere…

14 Maggio 2024

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici