Cos’è una Architettura di microservizi

microservizi
Articoli
Cos’è una Architettura di microservizi

Il cloud computing ha rivoluzionato lo sviluppo, l’architettura e l’implementazione del software. Con le applicazioni basate su microservizi, gli sviluppatori possono tenere il passo con l’innovazione progettando servizi in blocchi funzionali invece di mantenere una base di codice monolitica e un pool di risorse.

L’architettura di microservizi è un nuovo approccio allo sviluppo del software emerso quando il settore ha iniziato a spostarsi verso un modello più agile. È un modello di architettura del software in cui le applicazioni aziendali complesse sono strutturate come una raccolta di piccoli servizi, consentendo a team di sviluppo separati di lavorare su più microservizi contemporaneamente.

Quando l’architettura del tuo software richiede il coinvolgimento di team interfunzionali, i microservizi sono estremamente efficaci. Ciascuno si concentrerà su una specifica capacità aziendale.

Questo è un progresso significativo rispetto alle applicazioni monolitiche. L’approccio tradizionale all’architettura del software prevedeva di raggruppare tutte le funzionalità aziendali in un unico servizio. Ciò ha reso estremamente difficile l’implementazione di nuove funzionalità, limitando le opportunità di aggiornamento dell’applicazione, poiché ciascuna era invariabilmente associata a lunghi tempi di inattività. Inoltre, ogni volta che prevediamo di ridimensionare un servizio, è meglio essere preparati a ridimensionare l’intera applicazione.

Ora, i microservizi consentono modifiche software rapide e prive di errori, modularizzando applicazioni complesse in parti distribuite che possono essere eseguite in parallelo senza interferire tra loro. Questo è fondamentale nell’era del rapido sviluppo di applicazioni, consentendo la crescita delle capacità aziendali attraverso l’uso di un’implementazione agile. Con l’aumento della scala, l’obiettivo passa al miglioramento della velocità di consegna del software e della sicurezza del sistema.

A causa delle sue dimensioni ridotte, dell’indipendenza e dell’accoppiamento libero, ogni servizio può essere sviluppato e distribuito in modo indipendente da un piccolo team. Inoltre, ogni servizio può utilizzare uno stack tecnologico, un linguaggio, librerie o framework diversi.

Microservizi Vs. architettura orientata ai servizi (SOA)

L’architettura dei microservizi è vista come un punto di svolta negli ultimi anni, mentre il dominio della SOA è in costante declino. Tuttavia, i microservizi sono un’evoluzione tecnica di SOA.

L’architettura orientata ai servizi è stata uno dei grandi sforzi per standardizzare il modo in cui l’API del servizio Web di una moltitudine di componenti comunica e si integra. Al contrario, l’architettura del microservizio è una piattaforma specifica dell’applicazione.

SOA ha seguito un’architettura governata centralmente in cui ogni componente è controllato da un middleware centrale (i servizi sono ridimensionati orizzontalmente), consentendo a ciascun servizio di essere scritto in un linguaggio diverso. Nei microservizi è un sistema di governo decentralizzato in cui i componenti parlano direttamente tra loro, possono essere scritti in diversi linguaggi di programmazione e comunicano senza l’uso di un broker e con l’aiuto dell’API REST. Di conseguenza, le applicazioni di microservizi aderiscono al principio di progettazione architettonica di “condividi il meno possibile”, mentre le applicazioni SOA aderiscono al principio “condividi il più possibile”.

Inoltre, mentre i microservizi comunicano tramite un semplice livello API, SOA comunica tramite un Enterprise Service Bus (ESB). Inoltre, i microservizi offrono in genere opzioni di distribuzione e ridimensionamento rapide e semplici, mentre le opzioni di distribuzione e ridimensionamento SOA sono meno flessibili.

Architettura di microservizi Vs. architettura monolitica

L’architettura monolitica è il tipo più semplice di architettura. Si tratta essenzialmente di un unico livello applicativo che ospita e fornisce tutti i componenti software. Con l’espansione delle tecnologie web e la crescente domanda da parte dei consumatori di applicazioni agili, l’approccio monolitico deve affrontare diverse sfide per stare al passo con questi requisiti mutevoli.

La parte più difficile dell’ampliamento di questo sistema è la duplicazione dell’intero sistema, comprese tutte le funzionalità di altre macchine, il che aumenta i costi. Il guasto di un singolo componente ha anche un impatto sull’inaffidabilità del sistema. Inoltre, con l’aumento dei requisiti dell’applicazione monolitica, diventa più difficile isolare i servizi per il ridimensionamento indipendente, la manutenzione del codice e l’implementazione di nuove idee.

La distinzione principale è che i microservizi cercano di dividere le applicazioni in componenti più piccoli, mentre l’architettura monolitica crea le applicazioni come una singola unità.

Microservizi Vs. API (Application Programming Interface)

Le API sono in genere un insieme di istruzioni di programmazione che consentono ai sistemi informatici di “comunicare” e condividere funzionalità. Un’API consente agli sviluppatori di accedere ai dati di un’applicazione, consentendo loro di recuperare funzionalità e creare solide integrazioni.

Poiché facilita la comunicazione tra i vari componenti, un’API può essere considerata un componente di un’architettura di microservizi.

Microservizi: vantaggi e svantaggi
I vantaggi dei microservizi
  • Isolamento dei guasti migliorato: grazie alla sua modularità, è più facile gestire diversi tipi di modifiche durante il processo di sviluppo (es.: correggere un bug, aggiornare un servizio esistente, isolare il servizio difettoso)
  • Distribuzione continua: le aziende possono modificare con sicurezza le funzionalità esistenti o aggiungerne di nuove senza interrompere l’applicazione
  • Un piccolo team di sviluppo si concentra su una caratteristica specifica, che si traduce in una maggiore flessibilità, autonomia e un ciclo di sviluppo più breve
  • I microservizi consentono ai team di selezionare un nuovo stack tecnologico e gli strumenti migliori per risolvere i loro problemi specifici, anziché limitarsi a un approccio universale
  • Poiché le funzionalità vengono distribuite in modo indipendente, è possibile monitorarle e ridimensionarle senza influire sull’applicazione nel suo insieme
  • Il codice è scritto in blocchi più piccoli
  • Semplice da integrare con terze parti
Gli svantaggi dei microservizi
  • Distribuzione continua: mentre i singoli servizi (componenti) sono più semplici da gestire, l’applicazione nel suo insieme è complessa. Di solito è richiesto un alto livello di automazione.
  • Test più difficili, soprattutto se l’applicazione è in rapida espansione.
  • Complessità operativa: DevOps è complicato e il monitoraggio della produzione è più costoso. E poiché i servizi sono ospitati su server separati, l’applicazione potrebbe richiedere più ambienti di runtime e CPU.
  • Mantenere la coerenza dei dati è complicato: la gestione di più database e delle relative transazioni è leggermente più difficile nei sistemi di grandi dimensioni.
  • La progettazione decentralizzata dell’architettura dei microservizi espone più obiettivi agli attacchi.
Il futuro dell’Architettura di microservizi

I microservizi sono ideali per la creazione di applicazioni complesse e multifunzionali che soddisfano la domanda odierna di applicazioni agili e incentrate sull’utente. In effetti, la maggior parte delle applicazioni monolitiche si sta ora evolvendo verso un’architettura basata su microservizi. Netflix, Amazon, Spotify, eBay e molti altri giganti del web hanno già implementato il concetto di servizi vicini.

Quando si discute delle dimensioni dell’azienda, è importante notare che non esiste una metrica universale per determinare la dimensione (e il numero) ottimale dei microservizi. È sempre una buona idea dividere la logica aziendale in elementi e funzioni principali [in seguito: componenti] in modo che il sistema distribuito sia costruito tenendo conto della funzionalità del servizio, anziché di poche righe di codice.

Inoltre, poiché il codice necessita di una funzione specifica per essere eseguito, è meglio valutare le tue esigenze e capacità prima di adottare l’architettura dei microservizi per soddisfare pienamente i requisiti di questo innovativo stile di architettura del software. Soprattutto in tempi di imminente Web 3.0., quando le tecnologie emergenti e la latenza di rete alle stelle stanno costringendo le aziende basate sul Web a soddisfare i requisiti di disponibilità adeguando la progettazione del servizio (con in mente l’interfaccia utente).

Se non sei sicuro che i microservizi siano adatti alla tua attività, contattaci e programma una breve chat con uno dei nostri consulenti tecnici.

Ercole Palmeri: Innovation addicted

Cos’è una Architettura di microservizi

Newsletter sull’Innovazione

Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.
Loading

Puoi cancellarti in ogni momento. Leggi la nostra Privacy Policy.

goovis
Articoli
Idea Brillante GOOVIS Lite: il Cinema in 3D personale e su schermo gigante

GOOVIS Lite, un’idea brillante da un team con una grande competenza nella visualizzazione delle informazioni, nell’ottica delle immagini visive e sulle cuffie AR/VR/MR. GOOVIS Lite: nitidezza delle immagini con 53 PPD (pixel per grado), il numero più alto del settore. Con un peso di soli 7,5 once, GOOVIS Lite è …

Leonardo e Khalifa University lanciano una Cyber Security Academy in UAE
Articoli
Leonardo e Khalifa University lanciano una Cyber Security Academy in UAE

L’azienda italiana e Khalifa University insieme per stabilire ad Abu Dhabi una cyber academy, scuola di alta formazione per la sicurezza informatica Con sede presso la Khalifa University of Science and Technology, la nuova Academy farà leva su competenze e tecnologie di Leonardo per la protezione degli ecosistemi digitali, nonché …

analisi predittiva
Articoli
Cos’è l’Analisi predittiva, e perché è importante negli affari

L’analisi predittiva è necessaria per comprendere il mondo naturale e fare previsioni accurate su di esso. È un approccio basato sui dati che studia come un’azienda e il suo ambiente interagiscono come un sistema. E come può influenzare l’ambiente circostante per raggiungere gli obiettivi prefissati.  Esistono chiari parallelismi tra il modo in …