Articoli

Cosa si intende con Internet of Behavior, IoB sarà il futuro ?

L’IoB (Internet of Behavior) può essere considerata come una naturale conseguenza dell’IoT. L’IoT (Internet of Things) è una rete di oggetti fisici interconnessi che raccolgono e scambiano dati e informazioni tramite dispositivi e sensori abilitati a Internet. L’IoT cresce continuamente in complessità con l’aumentare del numero di dispositivi interconnessi. Di conseguenza, le organizzazioni gestiscono più dati che mai sui propri clienti o sulle operazioni interne. 

Questo tipo di dati può fornire preziose informazioni sui comportamenti e gli interessi dei clienti, chiamate Internet of Behavior (IoB) . L’IoB cerca di comprendere i dati raccolti dall’attività online degli utenti applicando una prospettiva di psicologia comportamentale. Mostra come comprendere i dati raccolti e utilizzare queste intuizioni nello sviluppo e nel marketing di nuovi prodotti.

Cos’è l’Internet of Behavior (IoB)?

L’Internet of Behaviour (chiamato anche Internet of Behaviors o IoB) è un concetto di settore relativamente nuovo che cerca di capire come i consumatori e le aziende prendono decisioni in base alle loro esperienze digitali. 

L’IoB combina tre campi di studio: 

  • scienza comportamentale,
  • analisi dei bordi,
  • e l’Internet delle cose (IoT).

Lo scopo dell’IoB è catturare, analizzare e rispondere ai comportamenti umani in un modo che consenta di tracciare e interpretare quei comportamenti delle persone utilizzando le innovazioni tecnologiche emergenti e gli sviluppi negli algoritmi di apprendimento automatico. L’IoB utilizza una tecnologia avanzata basata sui dati per influenzare le decisioni di acquisto dei consumatori e mettere al primo posto le loro esigenze. 

Come funziona l’Internet of Behavior?

Le piattaforme IoB sono progettate per raccogliere, aggregare e analizzare grandi quantità di dati generati da un’ampia varietà di fonti, inclusi dispositivi domestici digitali, dispositivi indossabili e attività umane online e su Internet. 

I dati vengono quindi analizzati in termini di psicologia comportamentale per cercare modelli che gli esperti di marketing e i team di vendita possono utilizzare per influenzare il futuro comportamento dei consumatori. Un obiettivo importante dell’IoB è aiutare i professionisti del marketing a comprendere e monetizzare l’enorme quantità di dati prodotti dai nodi di rete nell’IoT. 

Si prevede che IoB svolga un ruolo importante nell’e-commerce, nell’assistenza sanitaria, nella gestione dell’esperienza del cliente (CXM), nell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e nell’ottimizzazione dell’esperienza di ricerca.

La tecnologia pone una sfida relativa alla privacy dei dati. Alcuni utenti potrebbero essere cauti nel fornire i propri dati, ma altri sono più che felici di farlo se ciò significa una migliore personalizzazione. I forum di discussione sull’IoB e altre questioni relative alla privacy includono l’Associazione europea per la privacy (EPA) e l’Independent Privacy Watchdog.

Casi d’uso IoB

Ecco alcuni esempi di casi d’uso IoB: 

  • Le compagnie assicurative possono ridurre i premi assicurativi per i conducenti che guidano veicoli che segnalano costantemente i modelli di frenata e accelerazione desiderati.
  • Analizzando le attività online e gli acquisti di generi alimentari degli utenti, un ristorante può personalizzare i suggerimenti del menu.
  • I rivenditori possono utilizzare i servizi di tracciamento della posizione e la cronologia degli acquisti per personalizzare le promozioni del punto vendita in tempo reale in linea con le esigenze dei clienti.
  • Un operatore sanitario può dotare un paziente di un dispositivo indossabile, un fitness tracker, e inviare un avviso quando indica che la pressione sanguigna di chi lo indossa è troppo alta o troppo bassa.
  • I dati dei consumatori possono essere utilizzati per pubblicità mirate in tutti i settori rivolti ai clienti. Le aziende possono anche utilizzare i dati per testare l’efficacia delle loro campagne, sia commerciali che non profit.
Internet of Behavior e il suo valore per il business

L’Internet of Things sta influenzando le scelte dei consumatori e rimodellando la catena del valore. Mentre alcuni utenti sono cauti nel fornire tutti i dati richiesti dalle piattaforme IoB, molti altri sono disposti a farlo purché aggiungano valore. 

Per un’azienda, ciò significa poter cambiare la propria immagine, commercializzare i prodotti in modo più efficace ai propri clienti o migliorare la Customer Experience (CX) di un prodotto o servizio. Ad esempio, un’azienda può raccogliere dati su tutti gli aspetti della vita di un utente per migliorare l’efficienza e la qualità. 

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Ecco un esempio che mostra come i team possono utilizzare l’Internet of Things per sviluppare prodotti mirati e strategie di marketing:

  1. Prima di creare un’applicazione, è importante immaginare i modelli di interazione ei punti di contatto dell’utente. Il team dovrebbe coinvolgere gli utenti nel processo di creazione, comprendere le loro esigenze, mantenere l’esperienza dell’app unificata e coerente e rendere la navigazione significativa e diretta in modo che l’app sia pertinente e preziosa.
  2. Quando l’applicazione viene avviata, l’azienda deve informare i potenziali utenti del suo scopo, creare una guida per l’utente e premiare i clienti per il buon comportamento. Inoltre, con il lancio di qualsiasi app, il team deve scegliere una piattaforma IoB che supporti più formati, caricamenti su cloud e integrazione con i social media.
  3. I dati comportamentali raccolti dall’app dovrebbero influenzare ciò che viene inviato ai clienti in termini di notifiche per incoraggiare o incentivare il comportamento desiderato.
  4. Infine, sarebbe utile disporre di una solida soluzione di analisi dei dati per estrarre approfondimenti da tutti i dati raccolti.
Preoccupazioni per la privacy e la sicurezza di IoB

L’Internet of Things (IoT) è una delle tante tecnologie legate al business che hanno suscitato preoccupazioni in merito alla privacy e alla sicurezza. I consumatori tendono a preoccuparsi maggiormente della loro privacy nel contesto delle case intelligenti e delle tecnologie indossabili. 

Tuttavia, gli esperti ritengono che l’IoT sia problematico a causa della sua mancanza di struttura o legalità, non a causa della sua tecnologia. L’IoT non è un fenomeno nuovo; colleghiamo i nostri dispositivi da decenni e la maggior parte delle persone ora ha familiarità con il termine “Internet delle cose”. 

L’approccio IoB, che richiede un cambiamento nelle nostre norme culturali e legali, è stato creato anni fa quando Internet e i Big Data sono decollati. 

Come società, in qualche modo abbiamo deciso che è giusto addebitare tariffe assicurative più elevate per le persone che pubblicano sulle loro pagine Facebook quanto si sono ubriacate lo scorso fine settimana. Ma gli assicuratori potrebbero anche setacciare i profili e le interazioni dei social media per prevedere se un cliente è un guidatore sicuro, il che può essere considerato una mossa discutibile. 

Il problema in IoB va oltre i dispositivi stessi. 

Dietro le quinte, molte aziende condividono o vendono dati comportamentali attraverso le linee aziendali o con altre filiali. Google, Facebook e Amazon continuano ad acquisire software che potenzialmente porta un singolo utente di app nel loro intero ecosistema online, spesso senza la loro piena consapevolezza o autorizzazione. Ciò presenta significativi rischi legali e di sicurezza che gli utenti potrebbero trascurare, concentrandosi esclusivamente sulla comodità di avere un dispositivo per controllarli tutti.

Conclusioni

L’Internet of Behaviour potrebbe essere ancora agli inizi, ma la tecnologia è decisamente in aumento. La tecnologia IoT diventerà un ecosistema che definisce il comportamento umano in un mondo sempre più digitale. Le organizzazioni che adottano un approccio IoB dovranno garantire una solida sicurezza informatica per proteggere i database in modo che nessuno possa accedere ai dati sensibili. I dati raccolti dall’IoT sfruttati con la tecnologia IoB possono avere un impatto positivo sull’assistenza sanitaria e sui trasporti, dimostrando il loro potenziale come strumento di business.

BlogInnovazione.it

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

Come gestire la relazione uno a molti in un modello dati con Laravel Eloquent ORM

Nella modellazione dei dati Entity Relationship, esiste una relazione uno-a-molti quando un record in una tabella è associato a uno…

25 Maggio 2024

Come usare le visualizzazioni e il layout in PowerPoint

Microsoft PowerPoint fornisce diversi tipi di strumenti per rendere le presentazioni fruibili, interattive e adatte a diversi scopi. Gli strumenti…

20 Maggio 2024

Apprendimento automatico: confronto tra Random Forest e albero decisionale

Nel mondo del machine learning, sia gli algoritmi random forest che decision tree svolgono un ruolo fondamentale nella categorizzazione e…

17 Maggio 2024

Come migliorare le presentazioni Power Point, consigli utili

Esistono molti suggerimenti e trucchi per fare ottime presentazioni. L'obiettivo di queste regola è di migliorare l'efficacia, la scorrevolezza di…

16 Maggio 2024

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Pubblicato il rapporto "Protolabs Product Development Outlook". Esamina le modalità in cui oggi vengono portati i nuovi prodotti sul mercato.…

16 Maggio 2024

I quattro pilastri della Sostenibilità

Il termine sostenibilità è oramai molto usato per indicare programmi, iniziative e azioni finalizzate alla preservazione di una particolare risorsa.…

15 Maggio 2024

Come consolidare i dati in Excel

Una qualsiasi operazione aziendale produce moltissimi dati, anche in forme diverse. Inserire manualmente questi dati da un foglio Excel a…

14 Maggio 2024

Analisi trimestrale Cisco Talos: mail aziendali nel mirino dei criminali Manifatturiero, Istruzione e Sanità i settori più colpiti

La compromissione delle mail aziendali sono aumentate nei primi tre mesi del 2024 più del doppio rispetto all’ultimo trimestre del…

14 Maggio 2024

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici