Comunicati Stampa

Partnership per l’Innovazione regionale: al via il primo incontro

Le Partnership per l’Innovazione regionale (PRI) hanno organizzato il primo incontro, per aiutare i 74 territori coinvolti nel progetto pilota ad affrontare le sfide di resilienza sostenibilità a livello locale.

Nella prima parte dell’evento sono stati affrontati la dimensione territoriale dell’innovazione, la necessità di rafforzamento dei legami con l’Agenda europea per l’innovazione nonché il contributo che le PRI possono fornire all’implementazione di tale iniziativa.

A seguire, l’evento si è concentrato sui metodi e sugli strumenti specifici delle PRI per la valutazione e la risposta alle sfide di sostenibilità e resilienza nei diversi territori, in modo da favorire l’adattamento, il cambiamento e la transizione sostenibile e giusta. In particolare, sono stati presentati gli indicatori per il monitoraggio dei progressi verso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile, gli strumenti per l’analisi dei punti di forza e di debolezza dei territori e le tecniche di policy come le Strategie di specializzazione intelligente (S3).

 

Partnership

Le Partnership, che vedono la partecipazione congiunta del Centro comune di ricerca (JRC) della Commissione europea e del Comitato europeo delle regioni, mirano a sostenere i territori europei ad indirizzarsi efficacemente alle sfide sociali comuni attuali quali il cambiamento climatico, la crisi energetica, l’interruzione delle catene di fornitura, pur nel rispetto delle specificità e delle soluzioni su misura necessarie per ognuna di esse.

Il prossimo incontro sarà aperto a tutti gli interessati alle politiche innovative per la trasformazione territoriale e si terrà l’11 ottobre, durante la Settimana europea delle regioni e delle città, nella forma di un laboratorio online dedicato alla presentazione dell’iniziativa e al quadro strategico sviluppato dal Centro comune di ricerca.

 

 

Le profonde trasformazioni in corso dei sistemi di produzione e consumo sono un’occasione importante per innovare, costruire economie più forti e società più giuste. In questo contesto, il Comitato delle regioni (CdR) ha collaborato con il Centro comune di ricerca (JRC) della Commissione europea per esplorare lo sviluppo di partenariati per l’innovazione adatti alla transizione verde e digitale.

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

 

Partnership per l’Innovazione Regionale

I partenariati per l’innovazione regionale (PRI) sono un approccio complementare che si basa su esperienze positive con strategie di specializzazione intelligente. PRI mira a testare strumenti per migliorare il coordinamento e la direzionalità delle politiche di innovazione regionali, nazionali e dell’UE per attuare le transizioni verde e digitale dell’Europa e affrontare il divario di innovazione nell’UE. Il PRI sarà saldamente ancorato al quadro politico dell’UE, sostenendo l’attuazione del Green Deal europeo, di Orizzonte Europa, della politica di coesione e di NextGenerationEU.

PRI cerca di accelerare i risultati trasformativi introducendo missioni locali per coordinare le azioni in un’unica logica direzionale, esplorando mix di politiche ad ampio raggio per l’innovazione a livello di sistema. Il PRI è fortemente incentrato sulla politica dell’innovazione, ma comprende e ispira anche le politiche industriali, occupazionali, educative e sociali. La Partnership per l’Innovazione Regionale implica nuovi modi di lavorare tra i dipartimenti e livelli governativi focalizzati sull’affrontare le sfide territoriali.

Il PRI pone particolare enfasi sulle azioni con un forte potenziale di trasformazione: si concentra sull’ulteriore sviluppo di aspetti delle strategie di innovazione come un ampio coinvolgimento e mobilitazione delle parti interessate, governance multilivello, sinergie tra le politiche e tra i fondi, innovazione ad ampio raggio per le PMI, dimensione sociale dell’innovazione e direzioni per l’innovazione che portino a benefici comuni per l’economia, la società e l’ambiente.

Perché abbiamo bisogno di PRI?

Il PRI nasce come risposta all’urgente appello del Green Deal europeo ad affrontare la sfida senza precedenti posta dai cambiamenti climatici in modi che rafforzino la coesione sociale e territoriale e garantiscano che l’Europa prosperi nell’economia verde e digitale del futuro.
L’innovazione consiste nel fare le cose in modo diverso. PRI cerca di adottare un’impostazione ampia e sistemica dell’innovazione, riconoscendo che le leve per il cambiamento trasformativo e tutte le sue promesse economiche, sociali e ambientali risiedono non solo nella scienza e nella tecnologia, ma anche nella progettazione stessa dei nostri sistemi di produzione e consumo.

PRI cerca di esplorare e sperimentare nuovi approcci progettati per unire gli sforzi tra governo e parti interessate, sviluppare partnership e amplificare l’impatto. C’è bisogno di un quadro strategico non solo per la crescita, ma anche per altri investimenti e azioni degli stakeholder nella nostra transizione verso percorsi di sviluppo sostenibile. Elementi di questo quadro, come l’ampio coordinamento delle parti interessate, sono già presenti nelle strategie di specializzazione intelligente, mentre altri dovranno essere introdotti sulla base di solide prove e insegnamenti tratti dalle principali pratiche politiche.

 

Redazione BlogInnovazione.it

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

Come usare le visualizzazioni e il layout in PowerPoint

Microsoft PowerPoint fornisce diversi tipi di strumenti per rendere le presentazioni fruibili, interattive e adatte a diversi scopi. Gli strumenti…

20 Maggio 2024

Apprendimento automatico: confronto tra Random Forest e albero decisionale

Nel mondo del machine learning, sia gli algoritmi random forest che decision tree svolgono un ruolo fondamentale nella categorizzazione e…

17 Maggio 2024

Come migliorare le presentazioni Power Point, consigli utili

Esistono molti suggerimenti e trucchi per fare ottime presentazioni. L'obiettivo di queste regola è di migliorare l'efficacia, la scorrevolezza di…

16 Maggio 2024

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Pubblicato il rapporto "Protolabs Product Development Outlook". Esamina le modalità in cui oggi vengono portati i nuovi prodotti sul mercato.…

16 Maggio 2024

I quattro pilastri della Sostenibilità

Il termine sostenibilità è oramai molto usato per indicare programmi, iniziative e azioni finalizzate alla preservazione di una particolare risorsa.…

15 Maggio 2024

Come consolidare i dati in Excel

Una qualsiasi operazione aziendale produce moltissimi dati, anche in forme diverse. Inserire manualmente questi dati da un foglio Excel a…

14 Maggio 2024

Analisi trimestrale Cisco Talos: mail aziendali nel mirino dei criminali Manifatturiero, Istruzione e Sanità i settori più colpiti

La compromissione delle mail aziendali sono aumentate nei primi tre mesi del 2024 più del doppio rispetto all’ultimo trimestre del…

14 Maggio 2024

Principio di segregazione dell’interfaccia (ISP), quarto principio S.O.L.I.D.

Il principio di segregazione dell'interfaccia è uno dei cinque principi SOLID della progettazione orientata agli oggetti. Una classe dovrebbe avere…

14 Maggio 2024

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici