Articoli

Il consumo energetico in Formula 1: il rovescio della medaglia

La Formula 1 è uno degli eventi sportivi più popolari ed emozionanti al mondo. Tuttavia, dietro tutta quell’eccitazione e quell’adrenalina si nasconde un problema serio: l’enorme consumo di energia.

Anche se quando pensiamo a una competizione automobilistica la prima cosa che ci viene in mente è il carburante, i team hanno bisogno anche di grandi quantità di energia elettrica per caricare le batterie delle auto, per gli impianti di illuminazione e riscaldamento delle officine e per le comunicazioni e le trasmissioni televisive e radiofoniche. dell’evento.

Secondo studi recenti, una singola gara di Formula 1 consuma la stessa quantità di energia di una casa media in mesi. La cosa è preoccupante, visto che si parla di un evento che dura poche ore, rispetto a mesi di consumi domestici. 

Inoltre, la Formula 1 ha anche un impatto indiretto sull’ambiente a causa della quantità di viaggi e trasporti necessari per lo svolgimento delle gare. Squadre, media e fan viaggiano da tutto il mondo per partecipare agli eventi, il che crea una grande quantità di emissioni di gas serra.

Se moltiplichiamo il consumo di energia e le emissioni per tutte le gare della stagione, il risultato è desolante. 

Quanta energia consuma la Formula 1?

Secondo la Commissione nazionale per i mercati e la concorrenza (CNMC) della Spagna, durante una gara di Formula 1 vengono consumati circa 1.000 kWh di elettricità per squadra. Questi dati equivalgono a circa 4 mesi di consumo energetico per una casa media in paesi come Spagna, Messico, Cile, Argentina e Uruguay, e fino a 7 mesi di consumo energetico per una casa media in Colombia. 

PaeseConsumo domestico medio mensile
Spagna 270 kWh/mese
Messico291 kWh/mese
chili302 kWh/mese
Argentina250 kWh/mese
Colombia140 kWh/mese
Uruguay230 kWh/mese

Allo stesso modo, uno studio dell’Università di Oxford indica che il consumo di energia elettrica di un solo team di Formula 1 durante una stagione può arrivare fino a 20.000 kWh , con un totale di 10 team in gara. Secondo la Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA), la somma di tutte le gare della stagione consuma circa 250.000 kWh di elettricità , che equivale al consumo di elettricità di 85 case europee per un anno intero. 

È innegabile che il consumo energetico in un Gran Premio sia enorme, soprattutto tenendo conto della breve durata dell’evento, ma è importante ricordare che questi dati sono approssimativi e possono variare a seconda di diversi fattori, come il meteo, il layout del circuito e l’evoluzione nel tempo delle caratteristiche delle vetture di Formula 1.

In che modo la Formula 1 influisce sulla bolletta elettrica?

Sebbene la Formula 1 non abbia un impatto diretto sulla bolletta dell’elettricità , il  prezzo dell’elettricità sì. Nella maggior parte dei paesi questo è regolato dal governo e viene stabilito in base alla domanda e all’offerta. Quando la domanda di elettricità è alta, il prezzo sale, e questo è legato a fattori come la temperatura, l’ora del giorno, la stagione dell’anno e gli eventi che richiedono molta energia, come le partite di calcio, i concerti o la Formula 1.

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Durante i giorni di gara, il consumo di energia elettrica può aumentare notevolmente nelle aree vicine alla pista. Se capita che un team di Formula 1 abbia la sua officina vicino a casa tua, potresti notare un aumento della bolletta elettrica durante i giorni dell’evento.

In ogni caso, sebbene il consumo energetico di ogni Gran Premio sia immenso, l’impatto che la Formula 1 può avere sull’importo finale delle bollette elettriche nel Paese in cui si svolge l’evento è limitato e temporaneo, quindi non è una causa per preoccupazione.

Quali misure state implementando per essere più sostenibili?

È vero che negli ultimi anni la Formula 1 ha adottato alcune misure per ridurre il proprio impatto ambientale. Tra di loro, hanno introdotto motori ibridi che utilizzano energia elettrica e carburante . Tuttavia, questi sono ancora altamente inquinanti a causa della quantità di carburante che utilizzano e delle emissioni di CO2 che generano . Inoltre, questi motori sono molto costosi da produrre e mantenere, e la loro fabbricazione consuma enormi quantità di energia e risorse naturali .

Un altro accorgimento che la Formula 1 ha adottato è quello di utilizzare i biocarburanti , che hanno comunque un notevole impatto ambientale, in quanto prodotti da colture che competono con la produzione alimentare. Inoltre, la produzione di biocarburanti richiede grandi quantità di acqua ed energia, aumentando ulteriormente la sua impronta ambientale.

È innegabile che se la Formula 1 vuole essere uno sport veramente sostenibile, deve compiere passi più radicali per ridurre la sua impronta ambientale e il consumo di energia . Deve ridurre drasticamente il consumo di combustibili fossili, utilizzare tecnologie più pulite e promuovere pratiche sostenibili in tutte le sue operazioni.

BlogInnovazione.it

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

L’autorità antitrust del Regno Unito lancia l’allarme BigTech su GenAI

La CMA del Regno Unito ha lanciato un avvertimento circa il comportamento delle Big Tech sul mercato dell’intelligenza artificiale. La…

18 Aprile 2024

Casa Green: rivoluzione energetica per un futuro sostenibile in Italia

Il Decreto "Case Green", formulato dall'Unione Europea per potenziare l'efficienza energetica degli edifici, ha concluso il suo iter legislativo con…

18 Aprile 2024

Ecommerce in Italia a +27% secondo il nuovo Report di Casaleggio Associati

Presentato il report annuale di Casaleggio Associati sull’Ecommerce in Italia. Report dal nome “AI-Commerce: le frontiere dell'Ecommerce con l'Intelligenza Artificiale”.…

17 Aprile 2024

Idea Brillante: Bandalux presenta Airpure®, la tenda che purifica l’aria

Risultato della costante innovazione tecnologica e all'impegno nei confronti dell'ambiente e del benessere delle persone. Bandalux presenta Airpure®, una tenda…

12 Aprile 2024