Articoli

Astro il robot casalingo con Ai potenziata per la nostra Ansiogenetica

Amazon ha introdotto un nuovo gadget del quale presto non potremo fare a meno. Si chiama Astro ed è un simpatico robot, tecnologicamente simile ad Alexa ma in grado di muoversi tra gli ambienti di casa pilotando un veicolo a 3 ruote.

Dotato di una telecamera che si solleva come un periscopio sopra la scocca, Astro può essere comandato da remoto e monitorare tutti gli ambienti da una prospettiva simile a quella di una persona che si aggira per casa.

Funzionalità

La pagina di presentazione del prodotto descrive in maniera chiara il ruolo di Astro: chi lo acquista può, in qualsiasi momento, prenderne il controllo da remoto e osservare la casa dall’interno come se fosse lì presente.

A questo si aggiunge che Astro può operare un’azione proattiva, contattando il proprietario quando registra un rumore molesto nell’appartamento o quando individua la presenza di uno sconosciuto tra le pareti di casa.

Intelligenze Artificiali e nuove forme di dipendenza

Nei video di presentazione e nelle immagini diffuse online da Amazon è possibile vedere Astro andare in cucina e inquadrare il fornello con la telecamera: come nei più gettonati dei cliché, immaginiamo la preoccupazione del proprietario, ansioso di sapere se per errore non ha lasciato una qualche manopola del gas aperta.

Se oggi la maggior parte dei fornelli ha delle valvole che a fiamma spenta interrompono il flusso del gas, e se in molti appartamenti ci sono rilevatori in grado di prevenire ogni disastro, a cosa serve un robot che con la sua telecamera manda in live streaming le immagini delle manopole del fornello?

Con il lancio di Astro, Amazon ha deciso di rivolgersi a un target di pubblico preciso: le persone angosciate dall’idea di non poter mantenere il controllo del proprio appartamento e dei beni in esso presenti.

C’è da dire che sul mercato ci sono già efficaci sistemi di allarme in grado di garantire la sicurezza nostra e dei nostri averi. Astro, però, fa qualcosa in più: proietta la nostra presenza all’interno dell’appartamento, dandoci la sensazione di essere lì e di poter controllare la situazione con i nostri occhi, di poter ispezionare ogni angolo della casa e di poterci finalmente rasserenare se tutto è a posto.

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Sebbene sia lecito preoccuparsi dei propri averi, il problema è che talvolta, da una certa ansia, possono scaturire comportamenti tossici ed autolesionistici. Astro si rivolge proprio a questo tipo di persone, offrendo come soluzione quella di attaccarsi al cellulare, avendo l’impressione di muoversi per casa per il tempo necessario a ritrovare la propria serenità.

Le conseguenze di un uso tossico delle Intelligenze Artificiali

Se, come Amazon auspica, il progetto Astro dovesse affermarsi, finirà per rivelarsi preso per quello che è. E per quello che vuole essere. Vale a dire una nuova piccola ossessione in grado di catturare l’attenzione delle persone e spingerle a mantenere un rapporto di morbosa dipendenza con il proprio cellulare.

Siamo all’alba di una nuova disciplina che potremmo definire Ansiogenetica: l’idea alla base è offrire alle persone un nuovo oggetto del desiderio in grado di compiacere ed assecondare le proprie ansie e fugare i propri timori ostinati e un po’ morbosi.

Sarebbe accettabile nella prospettiva di una evoluzione virtuosa, ma purtroppo Astro non offre al pubblico soluzioni alle proprie ansie si tratta piuttosto di un mero sedativo capace di regalare una grande – seppur temporanea – sensazione di soddisfazione. Una soddisfazione che presto sparirà per lasciare nuovamente spazio ai problemi.

Articolo di Gianfranco Fedele

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Articoli recenti

Come usare le visualizzazioni e il layout in PowerPoint

Microsoft PowerPoint fornisce diversi tipi di strumenti per rendere le presentazioni fruibili, interattive e adatte a diversi scopi. Gli strumenti…

20 Maggio 2024

Apprendimento automatico: confronto tra Random Forest e albero decisionale

Nel mondo del machine learning, sia gli algoritmi random forest che decision tree svolgono un ruolo fondamentale nella categorizzazione e…

17 Maggio 2024

Come migliorare le presentazioni Power Point, consigli utili

Esistono molti suggerimenti e trucchi per fare ottime presentazioni. L'obiettivo di queste regola è di migliorare l'efficacia, la scorrevolezza di…

16 Maggio 2024

È ancora la velocità la leva nello sviluppo dei prodotti, secondo il report di Protolabs

Pubblicato il rapporto "Protolabs Product Development Outlook". Esamina le modalità in cui oggi vengono portati i nuovi prodotti sul mercato.…

16 Maggio 2024

I quattro pilastri della Sostenibilità

Il termine sostenibilità è oramai molto usato per indicare programmi, iniziative e azioni finalizzate alla preservazione di una particolare risorsa.…

15 Maggio 2024

Come consolidare i dati in Excel

Una qualsiasi operazione aziendale produce moltissimi dati, anche in forme diverse. Inserire manualmente questi dati da un foglio Excel a…

14 Maggio 2024

Analisi trimestrale Cisco Talos: mail aziendali nel mirino dei criminali Manifatturiero, Istruzione e Sanità i settori più colpiti

La compromissione delle mail aziendali sono aumentate nei primi tre mesi del 2024 più del doppio rispetto all’ultimo trimestre del…

14 Maggio 2024

Principio di segregazione dell’interfaccia (ISP), quarto principio S.O.L.I.D.

Il principio di segregazione dell'interfaccia è uno dei cinque principi SOLID della progettazione orientata agli oggetti. Una classe dovrebbe avere…

14 Maggio 2024

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici