Abito strappato? Niente paura, arriva il tessuto che si ripara da solo

Dimenticate ago e filo, non devi più ricucire l’abito. Presto i vestiti strappati potrebbero essere in grado di ripararsi da soli.

Tutto quello che dovrete fare sarà immergere l’abito in acqua. Un’utopia? Non proprio, stando almeno ad alcuni ricercatori dell’Università di Friburgo che hanno progettato un nuovo materiale idrorepellente che se graffiato o danneggiato è in grado di autoripararsi.

strappo-kj3-rykyb7zkuboq37dss0ln5wn-656x492corriere-web-sezioni_416x312.png

Per mettere a punto il materiale innovativo, il team di ricercatori, guidati dal professor Jürgen Rühe, si è concentrato sulla pelle di serpente e di lucertola, rettili che mutano la propria pelle, rigenerandola autonomamente. Così facendo, scrive il “Daily Mail”, i ricercatori hanno realizzato tre strati di tessuto servendosi di una pellicola che reAbito alta modasiste ai liquidi, un polimero solubile nell’acqua e uno strato sottile di silicone idrorepellente. Per dimostrare l’invenzione, i ricercatori hanno graffiato il rivestimento e l’hanno sommerso in acqua. Lo strato superiore si è sbucciato come fosse pelle morta ed è scivolato via, mostrando una superficie liscia.

Abito strappato? Niente paura, arriva il tessuto che si ripara da soloQuindi, se l’indumento creato con questo tipo di materiale si strappa, potrebbe ripararsi da solo con un semplice lavaggio, spiegano i ricercatori. “Gli stilisti utilizzano fibre naturali o proteine ​​come la lana o la seta che sono costosi, ma non si riparano da soli – ha detto Melik C. Demirel, professore di scienze e ingegneria meccanica, spiegando il progetto – Stavamo cercando un modo per rendere i tessuti auto-riparatori usando tessuti convenzionali e abbiamo trovato questa tecnologia”. Copyright © 2017 AdnKronos. All rights reserved.

Staremo a vedere se l’innovazione andrà a soddisfare un nuovo settore, cioè se lo spazio esistente tra i settori alternativi ha aperto un’opportunità per una reale innovazione di valore. Il mercato risponderà positivamente se l’appeal funzionale della “semplicità dell’autoriparazione” renderà l’abito maggiormente acquistabile, oltre all’appeal emotivo dell’acquisto e dell’indossare un bel vestito. 

Staremo a vedere se il nuovo tessuto consentirà l’accesso ad un nuovo oceano blu.

 

Newsletter sull’Innovazione

Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.
Loading

Puoi cancellarti in ogni momento. Leggi la nostra Privacy Policy.

Schlumberger lancia una soluzione per i dati aziendali nel comparto energetico
Comunicati Stampa
Schlumberger lancia una soluzione per i dati aziendali nel comparto energetico

I clienti prenderanno decisioni basate sui dati nel comparto energetico, più rapide e su larga scala, grazie alle soluzioni cloud native totalmente integrate basate su Microsoft Energy Data Services. LUCERNA, Svizzera–(BUSINESS WIRE)–Schlumberger oggi annuncia il rilascio commerciale di Schlumberger Enterprise Data Solution, un prodotto basato su Microsoft Energy Data Services. …

lampade antibatteriche
Comunicati Stampa
Energia: arrivano le lampade antibatteriche e “anticovid” per sanificare gli ambienti

ENEA ha realizzato le prime lampade antibatteriche a LED che, oltre a illuminare, sono in grado di sanificare da batteri e virus – tra cui il virus responsabile del Covid (SARS-CoV-2) – scuole, uffici e luoghi pubblici, ma anche superfici, aria e acqua, in modo sicuro, rapido, sostenibile ed economico. …

droni per salvataggio
Comunicati Stampa
Innovazione: droni di ultima generazione per il ritrovamento di persone disperse

Droni di ultima generazione per il ritrovamento di persone disperse in mezzo alla neve e per il raggiungimento di luoghi poco accessibili nel minor tempo possibile. È quanto ha sperimentato ENEA insieme a Protezione Civile, Sapienza Università di Roma e la società Red-Tech nell’ambito di una serie di esercitazioni nel …