Zaha Hadid Architects
Condividi

Zaha Hadid Architects sviluppa la maggior parte dei progetti utilizzando immagini generate dall’intelligenza artificiale, afferma il presidente dello studio Patrik Schumacher

Zaha Hadid Architects sta utilizzando generatori di immagini AI come DALL-E 2 e Midjourney per elaborare idee di design per i progetti, ha rivelato il preside dello studio Patrik Schumacher .

In una recente tavola rotonda su come l’intelligenza artificiale (AI) potrebbe cambiare il design, Schumacher ha tenuto una presentazione sull’uso della tecnologia di generazione di immagini da parte di Zaha Hadid Architects (ZHA).

Patrick Schumacher ha affermato

“Non tutti i progetti usano l’intelligenza artificiale, ma diciamo che ne sto incoraggiando l’utilizzo. In particolare nei confronti di coloro che stanno lavorando alle competizioni e all’ideazione iniziale, sopratutto per vedere cosa viene fuori, e per avere un repertorio più ampio”, ha detto nel corso della Tavola Rotonda.

“Spesso ci danno spunti e idee interessanti, nuovi tipi di forme e movimenti, e in molti casi li abbiamo mostrati come primi schizzi ai clienti.”

“Non devi nemmeno fare molto, li mostri grezzi e puoi generare idee con i clienti e all’interno del team, grazie a luci, ombre, geometria, coerenza, il senso di gravità e ordine è così potente e le idee stupiscono.”

L’architetto ha mostrato un ampio catalogo di immagini di edifici immaginari creati utilizzando DALL-E 2 , Midjourney e Stable Diffusion con lo stile fluido e muscoloso caratteristico dello studio reso famoso dalla sua fondatrice Zaha Hadid.

Zaha Hadid
I generatori di immagini AI sono diventati un argomento caldo nell’ultimo anno

Analisi e Ricerca

Gli strumenti di intelligenza artificiale online come DALL-E 2 generano un’immagine in pochi secondi da una descrizione testuale. Dalla loro diffusione nell’ultimo anno, i generatori di immagini hanno guadagnato un’enorme attenzione, e hanno acceso un dibattito su come l’intelligenza artificiale potrebbe trasformare l’industria creativa.

Il vincitore di un Sony World Photography Award ha rifiutato il premio, rivelando che il suo inquietante ritratto in bianco e nero di due donne era stato generato da DALL-E 2 .

Schumacher ha fatto un confronto tra l’utilizzo di strumenti di testo in immagini AI, e i brainstorming di progettazione come metodo per elaborare idee.

“Per me è sempre stato molto simile ai team che sollecitano verbalmente, facendo riferimento a progetti e idee precedenti e gesticolando con le mani”, ha detto.

“Questo è il modo di generare idee e ora posso farlo direttamente con Midjourney o DALL-E 2, oppure il team può farlo anche per nostro conto, quindi penso che sia abbastanza potente”.

Tra le immagini generate dall’intelligenza artificiale che ha presentato c’erano progetti per potenziali progetti in Neom , il controverso mega-sviluppo in Arabia Saudita.

Ha delineato come lo studio selezioni circa “dal 10 al 15 percento” dell’output dai generatori di immagini AI per portare avanti la fase di modellazione 3D.

“Queste cose sono così coerenti e sono così significative che è facile modellarle perché hanno quella coerenza implicita tridimensionale”, ha detto Schumacher.

Zaha Hadid Architects, che è uno dei più grandi studi di architettura del Regno Unito e tra i più prestigiosi al mondo, ha istituito un gruppo di ricerca interno sull’intelligenza artificiale, ha aggiunto.

BlogInnovazione.it


Condividi

Newsletter dell’Innovazione

Non perdere le notizie più importanti sull’Innovazione. Iscriviti per riceverli via email.