Articoli

Cos’è un WebSocket e come funziona

WebSocket è un protocollo di comunicazione bidirezionale basato su TCP che standardizza la comunicazione tra un client e un server, consentendo a entrambe le parti di richiedere dati l’una all’altra. 

Un protocollo unidirezionale come HTTP consente solo al client di richiedere dati al server. 

Una connessione WebSocket tra un client e un server può rimanere aperta finché le parti desiderano che mantenga la connessione, consentendo una comunicazione continua.

I WebSocket possono essere superiori per le notifiche dApp Web3 perché consentono notifiche in tempo reale per eventi critici continuamente rispetto alla richiesta di richieste individuali. 

Con HTTP, ogni connessione inizia quando il client effettua una richiesta e termina la connessione quando la richiesta viene soddisfatta.

Cos’è WebSocket?

WebSocket è un protocollo di comunicazione bidirezionale che consente sessioni di comunicazione interattive tra un client e un server . È basato su TCP ed è spesso utilizzato per app e servizi che richiedono funzionalità di notifica in tempo reale.  

Cos’è un server WebSocket?

Un server WebSocket è un’applicazione in ascolto su una porta TCP, seguendo un protocollo specifico. WebSocket è un protocollo di comunicazione bidirezionale tra un client e un server, che consente a entrambi di richiedere e inviare dati l’uno all’altro. 

Al contrario, HTTP è un protocollo di comunicazione unidirezionale, in cui il client può solo inviare richieste al server e il server può solo inviare dati in risposta, mai il server in una relazione HTTP può richiedere dal client.

Cos’è una connessione WebSocket?

Una connessione WebSocket è una connessione continua tra il client e il server, mentre le connessioni HTTP sono solo una tantum. La connessione inizia con ogni richiesta che il client effettua al server e termina con la risposta del server. Le connessioni WebSocket possono essere mantenute finché il client e i server desiderano che siano aperte, il che significa che i dati possono fluire attraverso quel WebSocket finché le parti lo desiderano, tutto da una richiesta iniziale.

Quale protocollo utilizza WebSocket?

WebSocket utilizza il protocollo WS, che si basa sul Transmission Control Protocol (TCP) . È una rete orientata alla connessione, il che significa che è necessario stabilire prima una connessione tra i partecipanti per instradare i dati nella posizione corretta. 

Al contrario, il protocollo Internet determina dove vengono inviati i dati in base alle informazioni all’interno di quel pacchetto di dati; non è richiesta alcuna configurazione preliminare per instradare il pacchetto. 

Cos’è un’API WebSocket?

Esistono due modi per un server di inviare dati a un client. Il client può richiedere regolarmente dati dal server, noto come polling , oppure il server può inviare automaticamente dati al client, noto come server push . 

Le API WebSocket sfruttano la connessione tra il client e il server rimanendo aperte dopo la richiesta iniziale di utilizzare la tecnica di push del server, rimuovendo lo stress dell’infrastruttura creato dai client che eseguono costantemente il polling del server per i nuovi aggiornamenti.

Articoli correlati

Come funzionano i WebSocket?

I WebSocket sono un metodo di comunicazione bidirezionale, che consente più risposte da una singola richiesta del server. I WebSocket sono anche utilizzati principalmente per la comunicazione client-server, mentre i webhook sono utilizzati principalmente per la comunicazione server-server. 

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Differenze tra WebSocket e webhook?

A differenza dei WebSocket, i webhook , che utilizzano HTTP, sono strettamente unidirezionali: il server risponde alle applicazioni solo quando viene effettuata una richiesta e ogni volta che viene soddisfatta, la connessione viene interrotta.

Quando utilizzare WebSocket e Webhook

Il compromesso tra l’utilizzo di WebSocket o webhook deriva dal fatto che la progettazione dell’infrastruttura può gestire meglio molte connessioni WebSocket aperte contemporaneamente rispetto a molte richieste di connessione webhook dai client.

Se la tua applicazione server viene eseguita come funzione cloud (AWS Lambda, Google Cloud Functions, ecc.), utilizza i webhook perché l’applicazione non manterrà aperte le connessioni WebSocket. 

Nel caso in cui la quantità di notifiche inviate è bassa, anche i webhook sono superiori in quanto le connessioni vengono avviate solo a condizione che si verifichi un evento. 

Se l’evento è raro, è meglio utilizzare i webhook piuttosto che tenere aperte molte connessioni WebSocket tra client e server. 

Infine, anche il fatto che si stia tentando di collegare un server con un altro server o un client e un server sia importante; i webhook sono migliori per il primo, i WebSocket per il secondo.

Quando utilizzare il protocollo WebSocket

Per molte dApp Web3 è obbligatorio aggiornare in tempo reale i propri utenti sullo stato delle loro transazioni. In caso contrario, potrebbero avere un’esperienza utente scadente e abbandonare la tua app o il tuo servizio. 

Quando utilizzare WebSocket su HTTP

I WebSocket dovrebbero essere utilizzati su richieste HTTP ogni volta che la latenza deve essere la quantità più bassa possibile. Così facendo otteniamo che gli utenti ricevono notifiche sugli eventi non appena si verificano. HTTP è relativamente molto più lento perché il client è limitato nella frequenza con cui può ricevere aggiornamenti dalla frequenza con cui invia richieste.

BlogInnovazione.it

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici