Informatica

Google Drive & Dropbox: Target di APT29, collettivo Hackers Russo

Il collettivo di hacker sponsorizzato dallo stato russo noto come APT29, è stato attribuito a una nuova campagna di phishing che sfrutta servizi cloud come Google Drive e Dropbox per fornire payload su sistemi compromessi.

Il gruppo APT29 noto anche come Cozy Bear o Nobelium ha abbracciato questa nuova strategia di attacco ai contenuti di Google Drive e DropBox. I documenti di phishing includevano un collegamento a un file HTML dannoso, che veniva utilizzato come strumento per introdurre altri file dannosi, incluso un payload Cobalt Strike, per entrare nella rete di destinazione.

Google e DropBox sono stati avvisati dell’operazione da Palo Alto Networks e hanno preso misure per limitarlo. Organizzazioni e governi sono stati avvertiti, dai ricercatori dell’Unità 42, di mantenere uno stato di allerta elevato.

Tutti i possessori di un account Drive o un account DropBox, dovrebbero prestare maggiore attenzione alla loro modalità di identificare, ispezionare e bloccare il traffico indesiderato verso i provider di archiviazione cloud, per evitare accessi dannosi.

Articoli correlati
Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

APT29, noto anche come Cozy Bear, Cloaked Ursa o The Dukes, è un’organizzazione di spionaggio informatico che cerca di raccogliere informazioni e supportare gli obiettivi geopolitici della Russia. APT29 ha fatto anche azioni di hackeraggio alle catene di approvvigionamento di SolarWinds, causando problemi a diverse agenzie federali statunitensi nel 2020.

L’uso di servizi cloud come Dropbox e Google Drive per ottenere ulteriore materiale di spionaggio informatico, è diventato il nuovo obiettivo. Secondo i rapporti, nella seconda fase dell’attacco, verificatasi, a fine maggio 2022, la tecnica di violazione per accedere ai servizi cloud, è stata ulteriormente migliorata.

L’Unione europea “condanna questo comportamento spaventoso nel ciberspazio” e mette in evidenza l’aumento delle azioni informatiche ostili perpetrate dai russi. In un comunicato stampa, il Consiglio dell’UE ha affermato che “questo aumento di azioni informatiche dannose, nel contesto della guerra contro l’Ucraina, presenta rischi intollerabili di effetti di ricaduta, interpretazioni errate e possibile escalation”.


Ercole Palmeri: Innovation addicted

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Leggi Innovazione nella tua Lingua

Newsletter sull’Innovazione
Non perderti le notizie più importanti sull'Innovazione. Iscriviti per riceverle via e-mail.

Seguici